Gli Uomini non invitano più, non sanno più farlo.

Quando le donne passano insieme una bella serata, tra i fornelli e qualche bottiglia di vino, parlano davvero di tutto.

Sembrerà strano, ma quasi mai di tacchi e trucchi, piuttosto si spazia tra argomenti vari ed interessanti: mostre, attività, viaggi, libri, eventi, etc.

Ma un argomento che viene sempre toccato, sempre, e direi con non poca ironia, è: GLI UOMINI.

Chi è da poco fidanzata si mantiene neutrale, forse ancora preferisce non sbilanciarsi sulla sua relazione, qualche volta accenna a gesti carini, alle sorprese e ai progetti. Tutto nell’ordinario di una ralazione fresca fresca.

Chi è sposata ha davvero un manuale da repertorio e, proprio per quell’amore così grande che le lega ai loro sposi, riescono ad offrirci una carrellata di episodi esilaranti sul matrimonio; spesso con affettuosa ironia, altre volte con grande esasperazione.

Chi, invece, è SINGLE tiene banco!

E’ divertente ascoltare le esperienze sulle magre relazioni che le amiche single hanno da raccontare, da una parte perché ci rendiamo conto che, oggi, molti uomini sanno essere fantasiosi nella loro mancanza di fantasia. D’altra parte, perché i loro racconti sfiorano l’inverosimile.

Si, lo so, quando si parla di un uomo e una donna la “responsabilità” sta nel mezzo, e sappiamo benissimo che anche gli uomini ne avrebbero da raccontare; ma quando ci riuniamo, siamo donne e le storie ce le ciceriamo solo da oriente.

Raccontandoci aneddoti ed esperienze recenti, ci siamo rese conto che, proprio negli ultimi anni, c’è un fattore comune a queste storie “mordi e fuggi”.

E’ un aspetto molto importante e rilevante: “Gli Uomini non invitano più’! Non sanno più’ farlo”

Una volta un uomo invitava una donna! Le proponeva un programma: un invito a cena in un determinato giorno e orario, un film al cinema programmato, una passeggiata fuori porta. Era semplice, che ci voleva? “Mi piacerebbe invitarti a cena sabato”, oppure “Giovedì andiamo insieme al cinema? Danno un bel film.”, o ancora “Domenica pranziamo insiema al mare?”.

Inviti che forse tanti anni fa era più’ semplice programmare, meno impegni, meno stanchezza. Ma nonostante si cresca, e la vita giornaliera diventa più’ impegnativa, con componente stanchezza annessa, queste semplici, belle, prospettive non si propongono più. Tutto resta appeso ad un filo…tutto all’improvviso!

Se un uomo invitasse a cena una donna, in un determinato giorno, e per lei non fosse possibile, ci sarebbe comunque modo di programmare insieme la cosa. Intanto, però, la voglia di passare del tempo insieme, in un modo, in un posto e in un spazio temporale definito è stata manifestata e, a mali estremi, basterebbe solo riconcordare.

Oggi, invece, è: “Andiamo a bere qualcosa insieme?”.  E il pensiero sorge spontaneo: “Ma quando, dove, a che ora?”.

“Ci vediamo nel week end.” Ma quando, dove, a che ora? Il week end inizia il venerdì sera e termina la domenica sera…cosa dovrebbe fare una donna? Tenere libera l’intera finestra temporale in attesa che si determini, all’improvviso, qualcosa?

Tutto appeso al filo degli “imprevisti e delle probabilità”‘, come nel Monopoli. Pesca una carta dal mazzo e leggi ad alta voce.


Opera_senza_titolo


Qualcuno direbbe che se un uomo avesse realmente il forte desiderio di vedere una donna sarebbe più preciso di un orologio svizzero, programmando dettagliatamente ogni cosa, persino l’alternativa all’impossibilità temporanea, ed io sono perfattamente d’accordo, è tutta una questione di volontà e di priorità. Inoltre le donne più sveglie comprendono l’interesse labile, pertanto non stanno lì, di certo, ad aspettare la “probabilità di bere qualcosa insieme, in un week end indefinito, che a volte non si capisce neppure se è quello successivo o quello del mese prossimo. Alcune donne si organizzano, non aspettano, non ci pensano neppure…e mi sembra pure giusto.

Una giusta reazione ad un’ambigua azione.

Però accade sempre qualcosa di eccezionale. Gli inviti restano ambigui, non si decretano se non qualche ora prima, come se proprio nelle ultime due ore lui si sia ricordato che era stata tirata in ballo quella possibilità (quel famoso drink insieme, quella cena indefinita, quella passeggiata al mare), tira fuori il suo cellulare e scrive, nel modo più semplice e senza alcuna malizia: “Come ci si organizza per oggi?”. Questo è quello che ci fa sorridere di più, perché appena leggiamo il messaggio, nella nostra mente si palesa questo: “Oggi??? Ma ne abbiamo parlato martedì’ scorso, per puro caso e poi mai più!”.

Non ci resta che rispondere: “Spiacente, ma ho già un impegno”.

E’ una cosa normale, quasi scontata che vada così, ma gli uomini questo non lo comprendono e la storia si ripete ancora. Fino a quando le cose si invertiranno, per lui sarà “la donna a non essere disponibile”, lui l’invito lo ha fatto, oppure si riscontrano difficoltà nel vedersi perché “lei è sempre impegnata”.

Ecco, come per gli uomini la volontà’ diventa forte quando si vuole, per le donne ciò che è indefinito ha poca importanza.

Dovete comprendere, cari uomini, che una donna che non vive a casa con la mamma, che lavora e che non ha più 30 anni, organizza bene la sua vita!! La incastra ad arte tra gli orari del lavoro, i propri impegni personali, la palestra, preparare i pasti, fare la spesa, 2 o 3 bucati a settimana. E la casa bisogna pulirla ogni tanto, la cena con le amiche ci sta e ci sta anche riposarsi!  E non vi dico lo shampoo!! Lo shampoo è impegnativo, sapete? Massaggia, risciacqua, metti la crema, attendi 15 minuti, togli la crema, asciuga, metti in piega…un vero e proprio lavoro!!

Quando arrivate all’improvviso, con il vostro “che si fa stasera”, state certi che non c’è più spazio per voi.

Se Lei la “inserite” alla spicciola nella vostra serata, perché vi ritrovate “liberi”, state certi che Lei non vi ha neppure messi in conto. E non dovete restarci male, non offendentevi e non fate ricadere su di lei “la colpa” del fatto che non riuscite  a vedervi mai, perché siete voi a sabotare l’incontro, con uno scarso interesse di partecipazione. Siete voi a decretare un Mai, offrendo solo un invito indefinito.

Invitatele come si deve queste donne!!!

State tranquilli che manifestre il desiderio di una cena, definendone i parametri,  non è un impegno a vita. Piuttosto dimostra la volontà di voler passare del tempo insieme, che sia un’amica o una papabile amante…e forse sarà anche l’occasione, qualora la cena o il drink dovesse andar male, di non investire più il vostro prezioso tempo in quella Lei. Comunque vada sarà sempre un successo per voi.

Ve lo dico con il cuore, cari uomini, a nome di tutte le donne single che non possiedono le vostre mappe mentali.

E adesso mi sembra quasi di sentire le mie amiche in coro: “Ben detto, sorella!”.

A presto.

Fabiola

Ndr: Illustrazione di mia elaborazione, altre illustrazioni su IG: fabiolacorona_illustrazioni

 

2 pensieri riguardo “Gli Uomini non invitano più, non sanno più farlo.

  1. Purtroppo nell’era del virtuale tutto è diventato virtuale, anche l’amore. Molti uomini passano le giornate sui social a fantasticare su donne fake sui social e quelle reali non gl’interessano più.

    Piace a 1 persona

  2. Si, è vero…infatti, come ho già scritto, se avessero davvero voglia “sarebbero più precisi di un orologio svizzero”, e le donne libere di organizzarsi come meglio credono. Si generalizza e ironizza, tra un bicchiere di vino e chiacchiere, e grazie al cielo ci sono uomini che tengono alto lo standard 😉😅 Grazie per l’invito! Con molto piacere!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...