VOGLIA DI MYANMAR ED EMPATIA AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

(Scritto da Simona S. per il progetto “Donne Divergenti”) «Mi ritrovo qui a scrivere nel tentativo di districare i pensieri. Siamo in relazione costantemente con gli altri, con il nostro ambiente, con tutto ciò che ci circonda. La mia empatia in questo periodo è in botta, con tutti gli input che arrivano a causa della pandemia. Lavoro in un ambiente pubblico, quindi il rischio di contagio c’è, ho un figlio che frequenta la scuola primaria e anche qui il rischio è dietro l’angolo.

Rimango comunque in attesa di uno spiraglio di sicurezza per riprendere a scoprire luoghi sconosciuti e allenare la mia empatia. Tale lavoro è possibile solo viaggiando e attualmente diventa difficile pensare di progettarne uno.

Nel delirio dei pensieri ripenso spesso al nostro viaggio in Myanmar, quando nostro figlio aveva 6 anni (Dicembre 2017) e a tutti i luoghi che abbiamo visitato. Alla faccia del Covid-19, hai voglia a ripetere fino alla nausea: “Non sederti sempre per terra! Non mettere le mani in bocca! Non toccare tutto!”. Ma come si fa quando, per la maggior parte del tempo, si è scalzi? Passando da svariati ambienti, anche parecchio rurali. Fortuna fu la scelta di prendere una guida del posto, munito di auto, per farci visitare il paese. E dire che all’inizio l’idea era quella di prendere i mezzi i trasporto locali!

In ogni caso abbiamo vinto e per quanto nostro figlio fosse deluso perché in Birmania non avesse trovato il mare poi si è riappacificato con noi genitori perché il mare lo ha trovato in Thailandia, a Phuket.

Sapete poi quale è stata la rivelazione più grande? Capire che a un bimbo di 6 anni non frega nulla dei templi birmani, degli Stupa e dei laghi, ma comincia a provare interesse quando vede scimmiette che bevono la coca cola a Monte Popa.

img_0041

L’altra rivelazione che si collega alla mia empatia iniziale, è vedere che i bambini, di qualsiasi nazionalità siano, si trovino a giocare insieme pur non avendo un idioma comune e anche in questo caso, da madre (e anche padre, ma qui è più madre che va in panico) non “fossilizzarti” sull’igiene, non ne vale la pena, anche perché se ti appresti a fare una pausa sul ciglio della strada, nel mezzo di una passeggiata con i cavalli e le carrozze, nella città antica di Ava a Mandalay, mentre tuo figlio gioca con i bambini birmani, tra le statue dei Budda sorridenti, con un piccolo arco di plastica e le freccette con le ventose, perché preoccuparti dell’igiene? Così noti che il bimbo made in Myanmar lecca la ventosa per far vedere al made in Italy (mio figlio) come si incolla alla fronte, ed io divento una vera diplomatica nel tentativo di fare un gesto a mio figlio, uno sguardo da Terminator, per far si che lui a sua volta non faccia lo stesso, con la stessa freccia. Chiaramente e’ lo stesso “gesto diplomatico” che ripeterei a casa, ma in viaggio rimani all’erta.

immagine

Vederlo ridere a crepapelle perché nel mercato di Bangkok avvista topi giganti sul ciglio della strada, e non smette di ridere perché una nostra amica ne ha immensamente ribrezzo. Rimanere lusingato per i tanti complimenti ricevuti, e per le foto che gli abitanti della Birmania, e non solo, hanno voluto fare con lui. Senza dimenticare che questi sono gli unici ricordi che ha, quindi nulla in confronto a ciò che abbiamo vissuto e visto, con la consapevolezza che in viaggio alla scoperta ci si va quando i bambini non sono più bambini. In ogni caso viaggiare è fantastico e i paesi asiatici offrono occasioni favolose per vivere in empatia con l’ambiente e le persone che ci abitano.

Ci siamo detti che per far felici noi genitori e il bimbo torneremo in Oriente, sulla coste della Thailandia, per stare a nostro agio, anche se il mio obiettivo per il 2021 è il Giappone, sempre con mio figlio e con altri amici!!»

di Simona S.

(nella foto Kakku)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...